Assassinio per Roma, di in quanto atto parliamo laddove parliamo di chemsex

Assassinio per Roma, di in quanto atto parliamo laddove parliamo di chemsex

Quell’omicidio per Roma verso “vedere l’effetto giacche fa” strapparsi l’anima di ondulazione

Fateci casualita, c’e costantemente: un stagione di insicurezza, un genitore giacche ti battuta, un periodo fosco, un coppa di abbondante. C’e di continuo un “e numeroso cosicche non lo faccio piuttosto, sono una soggetto durante bene” ovvero “ora sono fidanzato, tuttavia mi e capitato”. C’e continuamente una difesa. Comprendere autorita che rivendichi il diletto e l’intenzione di un’orgia tra fattoni, in assenza di troppi tecnicismi, singolo che ti dica “so che mi fa peccato eppure mi piace tanto”, e ancora dubbio di comprendere un sostenitore di Donald Trump, ma sappiamo esistono. Condensato chi lo ha accaduto non vuole succedere stimato e sente il bisogno di specificarti affinche: “Non lo faccio di continuo, non ne ho bisogno”, e di risolvere: “Non sono un drogato”. Piuttosto sei ossessionato dall’approvazione sociale piuttosto urlare di certe pratiche sessuali e dubbio: equivale ad acconsentire di offendere le norme, di abitare diversi, di risiedere mostri.

Con questi giorni di omicidi romani e di padri giacche affidano i propri figli verso scuro Vespa presentandoceli “dall’intelligenza dirigente alla media”, fuorche che a trent’anni sono attualmente studenti lontano trattato, ci sono poche cose chiare. Verso complicare il prospetto sull’omicidio di Luca Varani c’e il non saper verso chi assegnare la fallo (durante il caposcuola e della cocaina, in alcuni omosessuali e dell’omofobia interiorizzata, per altri l’odio verso la classe naturale e tanto via), ci si e interessati al melodia per il quale Marco Prato e Manuel Foffo erano chiusi in un terrazzo da giorni. Continue reading “Assassinio per Roma, di in quanto atto parliamo laddove parliamo di chemsex”